POSA DEI COPPI TECNICI DI CANALE
 

1) ISOCOP

Una volta predisposto il piano di posa e provveduto alla stesura di eventuali strati di tenuta all'acqua (guaine) o isolanti, scelti in modo tale da supportare il carico derivante dal manto, si deve procedere al fissaggio della griglia metallica di partenza di partenza in corrispondenza della linea di gronda, con viti truciolati o tasselli: essa fornisce il supporto della prima fila di coppi, impedendone lo scivolamento, e nel contempo garantisce l'ingresso dell'aria nel sottomanto bloccando insetti e volatili. Nel caso di falde con compluvio bisogna richiedere una griglia di partenza con passo maggiorato (28 cm) o elementi a pettine.

A questo punto si procede alla posa delle file successive di Isocop, bloccandole alle precedenti con gli appositi elementi di arresto in laterizio del coppo.

Gli elementi di coperta potranno essere posati via via mediante gancio metallico a scomparsa fissato all'ala di Isocop.

Raggiunto il colmo, una volta posata la rete di colmo per Isocop, si inserirà come ultima fila di canale un coppo che potrà essere tagliato della lunghezza necessaria per completare la falda.

Per garantire la tenuta all'acqua, sull'elemento di canale dell'ultima fila verrà fissata una cuffia metallica che sarà trattenuta in posto dagli elementi di coperta finali, bloccati ciascuno con vite alla griglia di colmo o mediante una legatura con filo di rame che unisce il coppo di una falda a quello della falda opposta.

Per finire si procederà al fissaggio, sempre con vite, dei colmi alla griglia.

Per la realizzazioni di displuvi diagonali si procede come per il colmo, utilizzando cuffie diagonali con piega destra o sinistra.

Per falde lunghe e con forti pendenze si consiglia l'utilizzo di elementi rompitratta costituiti da appositi ganci.

2) COPPO CON DENTE

Una volta predisposto il piano di posa e provveduto alla stesura di eventuali strati di tenuta all'acqua (guaine) o isolanti, scelti in modo tale da supportare il carico derivante dal manto, si procede alla posa (con viti truciolati o tasselli) della griglia di partenza metallica e dell'orditura lignea (listelli paralleli alla linea di gronda) che forniranno l'appoggio ed il supporto al coppo con Dente. Nel caso di falde con compluvio bisogna richiedere una griglia di partenza con passo maggiorato (28 cm) o elementi a pettine.

I listelli, con sezione normalmente di 3x4cm, dovranno essere posati con passo minimo di 35.5 cm ed interrotti di tanto in tanto per favorire il deflusso di eventuali condense o gocce d'acqua infiltrata; risulta opportuno che tali interruzioni siano allineate.

Per realizzare una ventilazione di sottomanto è necessario provvedere alla posa di una orditura aggiuntiva (controlistello) ortogonale alla linea di gronda e tale da realizzare una intercapedine al di sotto del manto.

L'uso di eventuali pannelli isolanti, stampati in modo da fornire direttamente un supporto al dente di aggancio, è ammesso purché venga permesso all'aria di circolare al di sotto del coppo in laterizio.

La prima fila di coppi con Dente verrà quindi agganciata al primo listello e adagiata nella sella realizzata sulla griglia di partenza, che nel contempo garantirà l'ingresso di aria nel sottomanto bloccando insetti e volatili; di seguito tutti gli altri coppi di canale verranno posati sui listelli e sui coppi che li precedono.

I coppi di coperta con foro potranno essere fissati con gancio metallico a scomparsa all'ala del coppo di canale o, in presenza di controlistello, direttamente al listello in legno.

Raggiunto il colmo, una volta posata la rete di colmo, si inserirà come ultima fila di canale un coppo che potrà essere tagliato della lunghezza necessaria per completare la falda.

Per garantire la tenuta all'acqua, sull'elemento di canale dell'ultima fila verrà fissata una cuffia metallica che sarà trattenuta in posto dagli elementi di coperta finali, bloccati ciascuno con vite alla griglia di colmo o mediante una legatura con filo di rame che unisce il coppo di una falda a quello della falda opposta.

Per finire si procederà al fissaggio, sempre con vite, dei colmi alla griglia.

Per la realizzazioni di displuvi diagonali si procede come per il colmo, utilizzando cuffie diagonali con piega destra o sinistra.

3) COPPO DDA

Una volta predisposto il piano di posa e provveduto alla stesura di eventuali strati di tenuta all'acqua (guaine) o isolanti, scelti in modo tale da supportare il carico derivante dal manto, si deve procedere al fissaggio in corrispondenza della linea di gronda, con viti truciolati o tasselli, della griglia di partenza metallica; essa fornisce il supporto della prima fila di coppi, impedendone lo scivolamento, e nel contempo garantisce l'ingresso dell'aria nel sottomanto bloccando insetti e volatili. Nel caso di falde con compluvio bisogna richiedere una griglia di partenza con passo maggiorato (28 cm) o elementi a pettine.

A questo punto si procede alla posa delle file successive di coppi di canale DDA, bloccandole alle precedenti con gli appositi elementi di arresto in laterizio del coppo.

Gli elementi di coperta potranno essere posati via via mediante gancio metallico a scomparsa fissato all'ala del coppo di canale.

Raggiunto il colmo, una volta posata la rete di colmo, si inserirà l'ultima fila dei coppi di canale che potranno essere tagliati alla lunghezza necessaria per completare la falda.

Per garantire la tenuta all'acqua, sull'elemento di canale dell'ultima fila verrà fissata una cuffia metallica che sarà trattenuta in posto dagli elementi di coperta finali, bloccati ciascuno con vite alla griglia di colmo o mediante una legatura con filo di rame che unisce il coppo di una falda a quello della falda opposta.

Per finire si procederà al fissaggio, sempre con vite, dei colmi alla griglia.

Per la realizzazioni di displuvi diagonali si procede come per il colmo, utilizzando cuffie diagonali con piega destra o sinistra.

Per falde lunghe e con forti pendenze si consiglia l'utilizzo di elementi rompitratta costituiti da appositi ganci.

 
 

SERVIZI

  ISTRUZIONI DI POSA
Informazioni preliminari
La malta
Le schiume
  POSA IN OPERA
Coppi
Bicoppo
Coppi tecnici
Unika
  LA VENTILAZIONE
Introduzione
Vantaggi
Caratteristiche
Funzionamento