POSA IN OPERA

Istruzioni di posa di Italica® su guaina

Istruzioni di posa dei coppi

FISSAGGIO DELLA PRIMA LINEA DI ITALICA®

Una volta predisposto il piano di posa e provveduto alla stesura di eventuali strati di tenuta all’acqua (guaine) o isolanti, si fissa con viti truciolari o tasselli, in corrispondenza della linea di gronda, la griglia di partenza che oltre a fornire il supporto alla prima fila di Italica®, ne permette il bloccaggio per mezzo del dente in cotto ed impedisce l’ingresso di volatili nel sottomanto, lasciando via libera all’aria di ventilazione.
(Si consiglia, in funzione dell’altezza del pacchetto di ventilazione e dell’altezza della grondaia, uno sporto di gronda del materiale tra i 5 cm e i 9 cm)
 

POSA DELLE FILE SUCCESSIVE

Quindi, si procede alla posa delle file successive di Italica®, bloccandole alle precedenti con gli appositi denti in laterizio del pezzo.
LA POSA DOVRÀ ESSERE ESEGUITA SEMPRE DA DESTRA VERSO SINISTRA.
Raggiunto il colmo, una volta posata la rete di colmo (o in alternativa il portalistello con listello, o la staffa per il colmo alveolare), si inserirà l’ultima fila di Italica® che dovrà essere tagliata alla lunghezza necessaria per completare la falda.

COLMO VENTILATO

Per garantire la tenuta all’acqua, su ogni elemento dell’ultima fila verrà posizionata la guaina traspirante per colmo (in alternativa potrà essere utilizzato il colmo alveolare orientabile).
Per finire si procederà al fissaggio, sempre con vite, dei colmi alla griglia di colmo (in alternativa al listello o al colmo alveolare)
 

DISPLUVI DIAGONALI E PENDENZE IMPEGNATIVE

Per la realizzazioni di displuvi diagonali si procede come per il colmo, utilizzando la guaina traspirante. Per falde lunghe e con forti pendenze si consiglia l’utilizzo di elementi rompitratta da fissare con viti truciolati o tasselli.

Istruzioni di posa di Italica® su listello

Passo listellare 37 cm

Istruzioni di posa dei coppi

FISSAGGIO DELLA PRIMA LINEA DI ITALICA®

Una volta predisposto il piano di posa e provveduto alla stesura di eventuali strati di tenuta all’acqua (guaine) o isolanti e dell’orditura lignea (listelli paralleli alla linea di gronda) che forniranno l’appoggio ed il supporto per Italica®, si procede alla posa (con viti truciolati o tasselli) della griglia di partenza metallica al primo listello posizionato in prossimità della linea di gronda.
I listelli, dovranno essere posati con passo minimo sopra indicato, ed interrotti di tanto in tanto per favorire il deflusso di eventuali condense o gocce d’acqua infiltrata; risulta opportuno che tali interruzioni siano allineate.
Per realizzare una ventilazione di sottomanto è necessario provvedere alla posa di una orditura basale aggiuntiva (controlistello) ortogonale alla linea di gronda e tale da realizzare una intercapedine al di sotto del manto.
La prima fila di Italica® verrà quindi agganciata al primo listello e adagiata nella sella realizzata sulla griglia di partenza, che nel contempo garantirà l’ingresso di aria nel sottomanto bloccando insetti e volatili.
(Si consiglia, in funzione dell’altezza del pacchetto di ventilazione e dell’altezza della grondaia, uno sporto di gronda del materiale tra i 5 cm e i 9 cm)

POSA DELLE FILE SUCCESSIVE

Quindi, si procede alla posa delle file successive di Italica®, ancorandole con i denti posteriori al listello.
LA POSA DOVRA’ ESSERE ESEGUITA SEMPRE DA DESTRA VERSO SINISTRA.
Raggiunto il colmo, una volta posata la rete di colmo (o in alternativa il portalistello con listello, o la staffa per il colmo alveolare), si inserirà l’ultima fila di Italica® che dovrà essere tagliata alla lunghezza necessaria per completare la falda.
 

COLMO VENTILATO

Per garantire la tenuta all’acqua, su ogni elemento dell’ultima fila verrà posizionata la guaina traspirante per colmo in alternativa potrà essere utilizzato il colmo alveolare orientabile).
Per finire si procederà al fissaggio, sempre con vite, dei colmi alla griglia di colmo(in alternativa al listello o al colmo alveolare)
 

DISPLUVI DIAGONALI

Per la realizzazioni di displuvi diagonali si procede come per il colmo, utilizzando la guaina traspirante.